Debian: inviare sms via bluetooth

Installiamo tutto ciò che ci serve:
apt-get install bluez-utils bluetooth libbluetooth2-dev build-essential

Modificare in /etc/bluetooth/hcid.conf la security da user ad auto.

Inserire la chiavetta bluetooth e rivviare la macchina

Associare il proprio telefono col server:
dal telefono dal menù bluetooth, nuova associazione, selezionare il server in uso, password di default 1234

Scaricare il tool per inviare gli sms:
http://sourceforge.net/projects/bfsms

Scompattare, patchare, compilare e installare (nel nostro caso la v 0.11):
tar xvzf bfsms_v.0.11.tar.gz
cd bfsms_v.0.11
wget http://archives.alviano.com/patches/bfsms.c.patch (Questa Patch serve per avere il supporto agli sms più lunghi di 160 caratteri)
patch bfsms.c bfsms.c.patch
make
make install

Invio sms:
bfsms -s mac:address numero 'messaggio'

NB: Il mac address del bluetooth sui Nokia si trova digitando: *#2820#

Esempio:
bfsms -s 00:11:22:33:44:55 +390123456789 'messaggio'

Se si ha la necessità di usare questa funzionalità su una Virtual Machine di VmWare
bisogna che il virtualizzatore abbia caricato solo il modulo hci_usb per cui bisogna mettere in /etc/modprobe.d/blacklist i moduli rfcomm e l2cap

sulla VM invece deve avere tutti i moduli:
root@lenny:~# lsmod | grep blu
bluetooth 44996 7 rfcomm,l2cap,hci_usb

poi si può procedere con i passaggi descritti sopra.

Attenzione non tutti i telefoni funzionano.
Sul Nokia N70 non funziona.
Sul Nokia 2323 funziona.

A presto.

Chromium: attivate di default le extensions

Nella versione 4.0.204 build 24846 di Chromium sono state abilitate di default le estensioni.

Alcune di esempio le potete trovare qua: http://dev.chromium.org/developers/design-documents/extensions/samples

Per rimuovere le estensioni basta digitare nella barra di indirizzo: chome://extensions vi si aprirà la pagina con le estensioni installate e cliccare su Uninstall di quella che volete rimuovere.

Come sempre le ultime build si scaricano da qua:

Saluti!

Chromium: attivati di default i Plugins ( Mac )

Dalla versione 3.0.197 rev 22209 i plugins sono attivati di default per la versione Mac per cui non c’è piu’ bisogno di usare –enable-plugins.

N.B. Switch on plugins by default for the Mac BUG=10809 TEST=Visit a sit with Flash content. Playback should work, interacting with the plugin is still buggy.

Come sempre l’ultima build si scarica da qua:

Ho provato qualche plugin:

  • Flash: funziona ma ancora instabile
  • Silverlight: non funziona
  • QuickTime: va in crash
  • DivX Web Player: va in crash

Saluti!

Google Chrome e Chromium: attivare Flash Player ( Mac )

Dalla versione alfa 3.0.195.1 di Google Chrome e dalla 3.0.195 di Chromium per Mac è stato introdotto il supporto a Flash Player, è ancora molto instabile ma per lo meno funziona! :-)

PS: Non ho provato su Linux per cui non so se possa andare, se qualcuno prova magari mi lascia un commento!

Update: Ho scoperto che la versione Linux dovrebbe trovare i plugins installati anche nelle folder di Mozilla.

Se non lo avete già potete scaricarlo qua:

Ora, ecco come procedere.

Da terminale eseguite per:

Google Chrome

/Percorso/di/Google\ Chrome.app/Contents/MacOS/Google\ Chrome –enable-plugins

Chromium

/Percorso/di/Chromium.app/Contents/MacOS/Chromium –enable-plugins

Se ora dalla barra degli indirizzi digitate about:plugins vedrete tutti i plugin disponibili, non stupitevi, non andranno! :-)

Ora siete pronti per gustarvi un video su YouTube!

Enjoy!

Debian: Installazione TSM Client

Il Tivoli Storage Manager Client per linux esiste solo in formato rpm per RedHat e simili, ma se lo volessimo in debian?? Nulla di piu’ semplice :-)

Ecco i vari passaggi.

Debian amd64:

wget http://adsm.org/files/TSM/Clients/Linux/Debian/tsm-client_5.4.1.0_amd64.deb
apt-get update
apt-get install libstdc++5 ia32-libs
dpkg -i tsm-client_5.4.1.0_amd64.deb

Debian i386:

wget http://adsm.org/files/TSM/Clients/Linux/Debian/tsm-client_5.4.1.0_i386.deb
apt-get update
apt-get install libstdc++5
dpkg -i tsm-client_5.4.1.0_i386.deb

Ora potete modificare il dsm.sys e il dsm.opt che si trovano in /opt/tivoli/tsm/client/ba/bin

Dopo che si è installato e configurato il problema è farlo avviare in automatico nei vari runlevel, quello che segue è lo script di avvio da mettere in /etc/init.d/ :

NB: Nello script dovete cambiare il servername!

#!/bin/bash
#
# dsmc       Start/Stop IBM Tivoli Storage Scheduler
#
# description: Starts/Stops the IBM Tivoli Storage Scheduler
# processname: dsmc
# pidfile: /var/run/dsmc.pid

case $1 in
start)
/usr/bin/dsmc sched -servername=tsmserver -schedmod=pr  >/dev/null 2>&1 &
echo `pidof dsmc` > /var/run/dsmc.pid
exit 0
;;
stop)
kill -9 `cat /var/run/dsmc.pid`
rm -f /var/run/dsmc.pid
exit 0
;;

restart)
/etc/init.d/tsm stop
sleep 5
/etc/init.d/tsm start
exit 0
;;

*)
echo “Usage: $0 {start|stop|restart}”
;;
esac

N.B. Da /etc/inittab bisogna commentare la riga del tsm ( Ndr. di solito è l’ultima del file ) e far rileggere il file con il comando: telinit q

Et voilà le jeux son fait! :-)